FISCALITÁ

Il Noleggio auto a Lungo Termine è una formula di successo per diversi motivi legati ad un effettivo risparmio economico e di tempo ed ad una effettiva pianificazione dei costi mensili e conseguentemente annuali. In Italia il veicolo, qualunque sia il suo utilizzo, è soggetto ad un facile e pesante prelievo fiscale.
Le imposte vigenti attualmente sulle auto comprendono due tipologie:

IMPOSTE DIRETTE

(IRPEF, IRES, IRAP) disciplinate dall’art. 164 del TUIR (DPR 917/86, così come modificato dalla L. 24 dicembre 2012, n. 228, in vigore dal 1 gennaio 2013).

IMPOSTE INDIRETTE

(IVA) disciplinate dall’art. 19-bis1 del DPR 633/72.

Per entrambe le tipologie, le norme indicano su quali veicoli è consentita la piena deducibilità dei costi e la piena detraibilità dell’IVA.

IMPOSTE DIRETTE

Di seguito sono riportati i veicoli per i quali la norma prevede la piena deducibilità dei costi:

autobus, autocarri, trattori stradali, autoveicoli per trasporti specifici o per usi speciali, autotreni, autoarticolati ed autosnodati, mezzi d’opera, etc.;
veicoli considerati di fondamentale importanza per una specifica attività d’impresa:
autonoleggio, onoranze funebri, scuola guida, etc.;
destinati al pubblico impiego con l’obbligo di riconoscimento tramite un atto della Pubblica Amministrazione;
La deducibilità è parziale per i restanti veicoli.

IMPOSTE INDIRETTE

Di seguito sono riportati i veicoli per i quali la norma prevede la piena detraibilità dell’IVA:

trattori agricoli o forestali, veicoli per il trasporto di beni e persone con una massa superiore ai 3.500Kg, ed un numero totale di posti a sedere superiore a 8;
veicoli usati esclusivamente nell’esercizio dell’impresa, dell’arte e della professione;
veicoli per attività di commercio, noleggio o locazione finanziaria di auto;
veicoli detenuti da agenti e rappresentanti di commercio;
veicoli assegnati dall’azienda ai propri dipendindi in uso promiscuo;
La detraibilità è parziale per i restanti veicoli.

IMPOSTE DIRETTE

IMPOSTE DIRETTE

Di seguito sono riportati i veicoli per i quali la norma prevede la piena deducibilità dei costi:

autobus, autocarri, trattori stradali, autoveicoli per trasporti specifici o per usi speciali, autotreni, autoarticolati ed autosnodati, mezzi d’opera, etc.;
veicoli considerati di fondamentale importanza per una specifica attività d’impresa:
autonoleggio, onoranze funebri, scuola guida, etc.;
destinati al pubblico impiego con l’obbligo di riconoscimento tramite un atto della Pubblica Amministrazione;
La deducibilità è parziale per i restanti veicoli.

IMPOSTE INDIRETTE

IMPOSTE INDIRETTE

Di seguito sono riportati i veicoli per i quali la norma prevede la piena detraibilità dell’IVA:

trattori agricoli o forestali, veicoli per il trasporto di beni e persone con una massa superiore ai 3.500Kg, ed un numero totale di posti a sedere superiore a 8;
veicoli usati esclusivamente nell’esercizio dell’impresa, dell’arte e della professione;
veicoli per attività di commercio, noleggio o locazione finanziaria di auto;
veicoli detenuti da agenti e rappresentanti di commercio;
veicoli assegnati dall’azienda ai propri dipendindi in uso promiscuo;
La detraibilità è parziale per i restanti veicoli.